Nei sogni la verità sommersa viene qualche volta a galla.(V. Woolf)

Quali sono i vostri sogni ricorrenti?

C'è qualcosa in particolare che si ripresenta durante le vostre notti?





Freud, nel 1899, pubblicò la propria interpretazione dei sogni e secondo il filosofo austriaco il sogno è ”la via maestra per esplorare l’inconscio”.


Dall’interpretazione dei sogni ha origine la psicoanalisi, ovvero la disciplina di profonda indagine psicologica. Freud riteneva che il sogno fosse uno dei mezzi più efficienti per esplorare fantasie e desideri rimossi durante il giorno dall’area della coscienza (poiché considerati vergognosi dall’Io), per poi essere rappresentati durante la notte come in una sorta di teatro.



Il sogno, secondo Freud, nasce dunque come conseguenza alla rimozione. Attraverso l’analisi dei sogni, lo psichiatra austriaco pensava che il soggetto potesse aumentare l’autocoscienza e acquisire preziose conoscenze che servissero per aiutarlo ad affrontare i problemi presenti nella sua vita.


Oggi le neuroscienze, che studiano l’attività del sistema nervoso, ci hanno confermato che la coscienza è solo una proprietà della mente, mentre la maggior parte dei processi mentali procedono in modo inconscio e automatico. Il sogno può essere dunque una finestra sul mondo interno.




I sogni non sono tutti uguali


Gli autori contemporanei distinguono tra varie tipologie di sogno. Alcuni possono essere pensieri relativamente semplici senza ulteriori significati, altri possono essere pensieri semplici ma molto significativi, altri ancora possono dare un’ampia rappresentazione della vita interiore del sognatore.


In generale, il sogno può essere visto come una fotografia della situazione psichica di una persona in una dato momento. Dunque, per capire l’importanza ed il significato di un sogno si deve far riferimento al contesto della vita vigile e della personalità del sognatore.


Perché sogniamo?


La domanda è complessa e non abbiamo una risposta univoca. Il sogno sembra avere sia una funzione adattiva, contribuendo al mantenendo dell’equilibrio psichico, sia una funzione evolutiva, contribuendo allo sviluppo ed alla trasformazione dell’apparato mentale.


Secondo la psicoanalisi, i sogni sono una rappresentazione per immagini delle questioni esistenziali centrali dell’individuo (desideri, conflitti, preoccupazioni). Ci aiutano ad elaborare i pensieri e le emozioni della giornata appena trascorsa, soprattutto quelli che si sono mossi a livello inconscio. Svolgono importanti funzioni di mantenimento, regolazione e riparazione dei processi psichici e dell’organizzazione psicologica.


I sogni dunque ci raccontano molto di più di ciò che pensiamo di sapere ed è importante prestare attenzione per aumentare la consapevolezza e avere una finestra sul nostro mondo interno.


Per tornare a risvegliare la coscienza dopo il periodo estivo, provate a fare questo esercizio:


Ogni mattina, appena svegli, annotate i vostri sogni, scrivendo:

  • la data

  • il titolo del sogno

  • la trama

  • le emozioni vissute durante il sogno

  • il significato del sogno ed il messaggio che ci ha trasmesso


Questo serve per cogliere e a tener traccia della nostra evoluzione interiore e ci permette di ritagliarci ogni giorno un piccolo momento tutto per noi per riflettere sulla nostra vita, sulle nostre scelte e sulla direzione in cui ci stiamo dirigendo.



Nessuno sogna di ciò che non lo riguarda.

(H. Hesse)



Fonti:

shorturl.at/bekm5

shorturl.at/sVX13


24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti