Salute Mentale al tempo della pandemia

Quale momento storico stiamo vivendo?


Da oltre un anno conviviamo con una pandemia globale che ha preso il nome di 'sindemia', cioè un insieme di problemi sociali, ambientali, di salute ed economici,

prodotti dall’interazione sinergica di due o più malattie trasmissibili e non trasmissibili, caratterizzata da pesanti ripercussioni (Treccani).


Insonnia, depressione e disturbi psichici sono le manifestazioni del dilagante 'trauma da pandemia', che può lasciare segni fino a 30 mesi e mette a rischio 1 italiano su 3, con le donne che sono le più esposte.


Gli ultimi studi su questo tema evidenziano dati allarmanti in quanto la situazione relativa al Covid-19 lascia i suoi segni profondi sulla psiche, rischiando di compromettere anche a lungo termine benessere e salute mentale non solo dei pazienti guariti dal virus, degli operatori sanitari e delle famiglie delle vittime, ma di tutte le persone che anche solo indirettamente stanno subendo i colpi di un anno di Coronavirus.


In particolare, l'analisi mostra che a infierire sull'equilibrio psichico sono state soprattutto le condizioni di isolamento, la perdita di libertà, le preoccupazioni per l'impatto del virus sulla vita.


Mentre il più grande fattore protettivo sembra essere una condizione di benessere spirituale.





Ma perché mediaticamente si parla solo dei fattori negativi e non quelli che predispongono al benessere della salute mentale?


La società dovrebbe fare un'inversione di tendenza, promuovendo conoscenza e pratiche volte al miglioramento della propria condizione psico-fisica.


Il Coaching risulta essere un valido aiuto per uscire da un momento di stallo, di instabilità emotiva e da vecchi retaggi che ormai si rendono obsoleti in un momento di cambiamento profondo.


Ti rivedi in uno di questi scenari? Vorresti un semplice confronto per capire se il mio supporto come Coach potrebbe aiutarti?

Sono qui per questo, contattami pure.




33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti